Cambiare Gioco: dalla Competizione alla Cooperazione

in
Descrizione: 
Psicologia dello Zorba - Osho Inipi Circle
Data: 
Fri, 18/07/2014 - 15:00 - Sun, 20/07/2014 - 17:00
 
“Le interazioni tra unità o insiemi, siano questi cellule o protozoi, individui o nazioni, possono essere osservate e ricondotte a modelli e strutture. È possibile farsi un'idea di come si muoverà una folla, di quali strategie saranno adottate in un incontro di rugby, di che andamento segue il mercato, di come vola uno stormo di uccelli.” (da Fukushima Global Warming e Competizione di Arshad Moscogiuri)

Possiamo allora anche capire come ci muoviamo noi stessi all’interno di un sistema, nelle nostre relazioni e nei nostri rapporti di lavoro? Certamente, è possibile questo e ancora di più: la comprensione dei giochi e delle loro regole ci libera dalla morsa del gioco sociale e collettivo, rendendoci allo stesso tempo critici e consapevoli di quanto si muove attorno a noi, spesso inconsciamente. 
L’esplorazione della teoria dei giochi e la sperimentazione di numerosi game, competitivi e collaborativi, arricchiscono di esperienze significative (e divertenti) questo corso del tutto innovativo, che pone al centro un cambio di coscienza e di attitudine. Si proverà tangibilmente quanto convenga alla nostra specie e alle nostre persone scegliere di giocare collaborativamente invece che competere.
Ci è stato insegnato che l'evoluzione segue la legge del più forte. Benché da più di un secolo sia stato dimostrato che l'evoluzione si fonda invece sulla cooperazione, la teoria della competizione è rimasta utile a giustificare "scientificamente" l'iniquità della distribuzione delle ricchezze, la spietatezza del mercato, diseguaglianze sociali e sessuali, razzismo, abuso delle risorse, soprusi del sistema. Modelli sociali e di sviluppo basati unicamente sulla competitività stanno portando al collasso e causando un inferno per un'umanità che potrebbe vivere sulla Terra come in paradiso. Non si tratta però solo di questioni sociali, politiche ed economiche, ma anche di andare alla radice interiore, squisitamente umana, che causa e sostiene un modello tendenzialmente suicida. Ogni volta che pensiamo o sentiamo dire "il mondo è duro", "la vita è una lotta", "solo i più forti ce la fanno", aggettivi come "vincente" o "perdente", stiamo ragionando, agendo e comunicando in base a questo tipo di forma mentale. La società è vista come un campo di battaglia, dove non fidarsi di nessuno, dove chi fa da sé fa per tre e la paura è motore dell'inconscio e delle azioni. La sostituzione della competizione con la collaborazione non è un'ideale, ma una pratica di processi di coscienza che passano attraverso lo spogliarsi dei limiti stessi che ci hanno formato e preparato alla vita.
Cambiare gioco, collettivamente e individualmente, è possibile solo comprendendo le regole del gioco e sviluppando le condizioni necessarie a un passaggio evolutivo. La sensazione diffusa di sentirsi “prigionieri” di un sistema, di un mondo e di un insieme di rapporti che non ci soddisfano ma che non possiamo cambiare, è parte delle regole del gioco stesso. L’informazione dei giocatori è ciò che determina il passaggio dall’impotenza individuale alla potenzialità infinita del singolo.
Un gruppo completamente rivoluzionario, per metodi e intenti.

Il commento di un partecipante a un corso su competizione e cooperazione:
"Giocando, ho iniziato a capire le regole del gioco. Utile comprendere l’importanza di sapere le regole, anche se queste sono sbagliate. Un aiuto per sentire e valutare il senso globale, per allargare la nostra visuale da competitiva a cooperativa. Molto divertente, grazie." (Avikal)


 

CREDITI FORMATIVI
La partecipazione a questo corso permette di ottenere crediti formativi professionali per Operatore Olistico e crediti di aggiornamento professionale ECP.
Il corso è riconosciuto da Academy of Light (accreditata da SICOOL), ai sensi della Legge nr. 4 del 14/01/2013

  

OSHO INIPI CIRCLE presenta NUOVI CORSI 2014

PERCHE' PARTECIPARE AI GRUPPI?

L'intento di questi appuntamenti di gruppo è sviluppare assieme i semi di una nuova coscienza, individuale, ambientale e collettiva, che possano sbocciare nella ricerca interiore, nelle relazioni umane, nella società.
Con questo lavoro non si insegna come vivere meglio, come ottenere successo, come gestire i compromessi.
Si vogliono riunire persone che siano pronte ad andare a fondo della verità, a emanciparsi da limiti, timori e catene. Proponiamo ricerca e sperimentazione di nuovi modelli di aggregazione, sistemici, di cooperazione e creatività. Sperimentiamo l'estensione cosciente dei limiti dell'empatia, fino a includere noi stessi, gli altri e la natura. E' una condivisione di strumenti di comprensione, salvaguardia e protezione dall'imposizione di modelli sociali e di consumo. E' educazione all'uso dell'intelligenza critica.  La meditazione non è abbastanza, senza amore e azione. Questi gruppi sono un invito per chi vuole essere il contagioso seme vivente del cambiamento, per chi si sente disposto ad attuare nella propria vita le trasformazioni che rendono possibile una rivoluzione interiore e il riflesso esteriore di questa.
Ognuno dei corsi può essere frequentato singolarmente. Ciò nonostante essi hanno un filo conduttore: una nuova visione olistica fondata sulla trasformazione delle separazioni. Durante i giorni dedicati a queste esperienze, si includono pratica e teoria, meditazione e divertimento, socialità e profondo contatto consapevole con la natura. E' previsto il rituale dell'Inipi, capanna sudatoria, la partecipazione al quale è a libera discrezione individuale. I corsi sono aperti a tutti; sono consigliati a chi si avvicina per la prima volta a questo tipo di esperienze così come agli operatori del settore. Sono di particolare beneficio per chi voglia apprendere le basi del lavoro comunitario e di gruppo, per chi vuole specializzarsi come Staff e assistenza, per insegnanti e terapisti. Ai partecipanti non sono richiesti requisiti, eccetto la propria totalità e sincero interesse.

  • Video - dalla Competizione alla Cooperazione Arshad Moscogiuri legge un suo testo, che è stato anche il promo di un corso del 2013.        - in italiano, 3,20 min.